Regole & Consigli

Credo che la cosa più importante sia chiarire subito cosa questo sito non è. Non è il solito sito di charter, dove puoi trovare una barca da affittare, per andare a zonzo e fare quello che ti pare. Per carità, bellissimo anche quello, ed è infatti navigando così che ho ritrovato l’amore per la vela.

Questo però è il sito della mia barca, cuoreblu, dove io cerco di passare ogni minuto del mio tempo libero, perché ogni volta che sbarco, la saluto, la ringrazio, e le prometto che ci vedremo presto. Quindi se ti piace questa barca e avresti voglia di navigarci un po’, devi mettere in conto che quasi sicuramente ci sarò anche io a bordo. Non so se questo sia un punto a favore o contrario… ma le cose così stanno.

Da quando sono salito a bordo per la prima volta, mi è rimasta l’idea fissa di condividere questi momenti con i miei figli, con i miei amici, per vivere insieme la vela su cuoreblu. Ogni convivenza, per quanto breve, richiede delle regole, specialmente quando gli spazi sono ridotti come su una barca. Alcune discussioni possono essere concitate, altre sgradevoli, per questo ritengo che sia corretto e trasparente dire chiaramente come vorrei gestire le cose.

calendario

Ci sono ponti, fine settimana, vacanze, un po’ di tutto. I ritagli di tempo, grandi o piccoli, da passare su cuoreblu. Se hai voglia di venire anche tu, devi solo mandarmi un messaggio qui sul sito, così vedremo di organizzare qualcosa. Diverso il discorso per quest’estate, 2017, dove avrei un progetto un po’ più ambizioso, Destinazione Baleari!

sicurezza

Questo per me è un capitolo molto importante. Ho cercato di equipaggiare la barca con i migliori ritrovati della tecnologia in questo campo, inclusi radar, sonar ed ais (per l’estate sarà disponibile anche l’epirb); la sicurezza di una barca però parte sempre dalla testa delle persone che stanno a bordo: essendo io responsabile legalmente, ma sopratutto moralmente, per tutte le persone che avrò a bordo, se ci saranno delle decisioni da prendere dove entra in gioco l’incolumità di persone o cose, l’ultima parola sarà inderogabilmente la mia. La democrazia resta a terra.

costi

Sto imparando nel modo più diretto che una barca è un pozzo senza fondo, da riempire gettandoci monetine senza soluzione di continuità. Sarei felice di avere le tasche talmente piene di monetine, da poter invitare i miei amici senza questi pensieri, ma purtroppo le cose non stanno così. Quindi sarà richiesto di partecipare a tutti i costi di gestione della crociera, lunga o breve che sia, quali ad esempio cambusa, gasolio ed eventuali costi di ormeggio, se passeremo notti in porti diversi da quello di Lavagna.

danni

La barca è ovviamente assicurata, ma anche le assicurazioni hanno una franchigia. Nella malaugurata ipotesi che qualcuno dovesse rompere qualcosa, verrà chiesto di coprire la franchigia. Credo che sia normale tra persone di buon senso. Spero di non essere l’unico a pensarla così.