Costi

Un buon parametro di riferimento per capire quanto costi noleggiare una barca nel Mediterraneo è il sito www.theglobesailor.com. Ci si trovano migliaia di barche in quasi tutti i porti che toccheremo noi. In funzione della settimana scelta, e del tipo di barca, si va dai cinquemila ai settemila euro a settimana per una barca come cuoreblu. Che poi, come cuoreblu c’è solo lei, eh. Quindi si finisce per spendere queste cifre, per barche in condizioni a dir poco approssimative. E bisogna poi aggiungere il costo delle pulizie finali (apro una parentesi perché questa è una cosa che mi ha sempre fatto imbestialire : un po’ come se andando in albergo ti dicessero che la pulizia si paga a parte… ma che senso ha ?), il noleggio della biancheria, poi spesso il fuoribordo del tender non è compreso, e sopratutto la rottura di balle di dover fare tutta la spesa da zero. Tutte cose di cui invece mi occuperò io nella giornata del cambio di equipaggio, perché uno che arriva a farsi una settimana, sette giorni giusti giusti, vuole perdere meno tempo possibile ed essere in mare prima di subito. Lo so, perché ero così anche io. E poi ti girano le balle perché hai un gommoncino grande come quello dei neonati, con un motorino che sembra un falciaerba. Noi abbiamo un tender vero, con un motore vero. E per quando non si vuole scendere a terra abbiamo anche un prendisole a tre piazze che è uno spettacolo. E se, nei ritagli di tempo, ci fosse qualche pazzo che è venuto a bordo di una barca a vela per andare a vela, abbiamo anche code zero e gennaker per divertirsi con qualsiasi vento.

Tutto questo, disgraziatamente, ha un costo. E siccome le disgrazie non vengono mai sole, disgraziatamente non sarò in grado di finanziare questo viaggio interamente di tasca mia. Dunque, chiederò un contributo a chi vorrà partecipare. L’ho sottolineato perché non cerco di guadagnarci dei soldi, per carità, ma solo di coprire i costi per rendere questo sogno realizzabile. Quindi sarà una cifra molto ragionevole, meno che la pensione a due stelle di Rimini o Forte dei Marmi. In più la mia simpatia è offerta senza alcun supplemento.

E’ in ogni caso prematuro parlare di importi adesso. La cosa più importante è comprendere se l’idea piace, se ci sia gente interessata. Poi quando sarà il momento, verso marzo direi, preparerò le necessarie scartoffie per fare tutto come si deve. Inutile farlo adesso se poi mi ritrovo a fare il Mediterraneo in solitaria.