Le tappe

Carta nautica alla mano, ho provato a realizzare delle tappe il più possibile omogenee, calcolando le distanze ed i tempi di navigazione. Ho tenuto conto del fatto che ogni scalo dovesse avvenire in un porto ben servito, dove poter fare acqua, gasolio e cambusa ; e naturalmente anche che fosse ragionevolmente vicino ad un aeroporto, per arrivi e partenze.

Tappa 1 : da Lavagna a Cadaques

Per arrivare a Lavagna consiglio caldamente il treno : la stazione è praticamente dentro al porto, e si arriva in barca con una camminata di dieci minuti. La prima tappa è quasi interamente in acque francesi : dopo la partenza da Lavagna, ci si dirigerà verso Cap d’Ail, St Tropez, Ile du Levant, Porquerolles, e poi si attraversa il golfo del Leone per arrivare a Cadaques. Si percorrono in totale 330 miglia nautiche, per circa 48 ore effettive di navigazione. Il tratto più lungo in mare aperto è l’ultimo, quando si attraversa il golfo del Leone per circa 140 miglia di navigazione.

Cadaques è l’unica tappa sprovvista di un aeroporto nelle immediate vicinanze. Il più vicino è Girona, che però offre quasi unicamente voli interni alla Spagna; meglio forse Barcellona, a due ore di macchina, che ha il vantaggio di un’infinità di voli diretti dall’Italia. La soluzione ideale potrebbe essere quella di organizzare un minibus che porti il nuovo equipaggio dall’aeroporto e che nel ritorno riporti quello che rientra, in modo da ottimizzarne i costi.

Tappa 2 : da Cadaques a Minorca

Baleari finalmente ! Ci sono 140 miglia per arrivare a Minorca, che si affrontano subito alla partenza, idealmente con una notturna che ci porterà sull’isola la mattina dopo. Una volta lì, si prosegue circumnavigando l’isola, facendo rada dove meglio si crede : sono quasi tutte tappe abbastanza brevi, in cui si privilegia il lato fancazzista della vita in barca : bagni, pennichelle al sole come all’ombra, e naturalmente tapas y copas ! 230 miglia in totale, per circa 33 ore di navigazione.

Si sbarca a Mahon, il cui porto si trova alla fine di una profonda insenatura molto bella. L’aeroporto di Minorca è a 5 km dal porto. Più vicino di così è impossibile !

Tappa 3 : da Minorca ad Ibiza

Non sembra eh, ma porca miseria quanto è lontana Ibiza da Minorca ! Con una o due puntate veloci su Maiorca, che salteremo quasi a pié pari, facciamo rotta su Ibiza, prendendoci anche il tempo di dare un’occhiata a isolette o rade non troppo frequentate. Si sbarca ad Ibiza, dove le notti in porto per godersi un po’ di vita notturna saranno a totale discrezione dell’equipaggio.

Questa tappa prevede 165 miglia, con circa 24 ore di navigazione. L’aeroporto di Ibiza è ad un tiro di schioppo dalla città.

Tappa 4 : da Ibiza a Formentera

Con imbarco e sbarco nel medesimo porto, Ibiza, passeremo il tempo tra le due isole, cercando di evitare la calca (oppure cercandola accuratamente ? deciderà chi è a bordo). Tappa breve, da 80 miglia e circa 12 ore di navigazione. L’aeroporto di riferimento è, chiaramente, sempre quello di Ibiza.

Tappa 5 : da Ibiza ad Alghero.

Tappa tosta. Si comincia il rientro, e sono 340 miglia, con due fermate su Maiorca e Minorca, e con la traversata da Minorca alla Sardegna che prevede il tratto più lungo di navigazione ininterrotta dell’intero viaggio, circa 24 ore, su un totale di ore da navigare che si aggira intorno alle 50. Si vola su Alghero oppure, per chi preferisce, c’è anche l’opzione traghetto.

Tappa 6 : da Alghero a Figari

Passando per Stintino, l’Asinara e Bonifacio. Tappa molto bella, per le zone visitate, e con navigazione relativamente ridotta, dovendo coprire poco meno di 90 miglia, stimando di impiegare circa 13 ore. L’aeroporto più vicino è Figari che però, stando alle informazioni disponibili ad oggi, non offre collegamenti diretti da o per l’Italia. Siamo però ormai abbastanza vicini a casa, quindi vale sempre il discorso traghetto.

Tappa 7 : la Corsica

Ultima tappa, che chiude la crociera riportando la barca ed il suo equipaggio al porto di partenza, Lavagna. Ma non prima di aver toccato Girolata, Saleccia e la Giraglia. Sono circa 210 miglia, per le quali ho stimato 30 ore circa di navigazione. Vale quanto detto per la prima tappa, e cioè che il mezzo di trasporto più comodo per raggiungere Lavagna è il treno.