Sognare crea dipendenza

Dovrebbero avvisarti. Come per le sigarette, ed anche la Nutella o le ciliegie (o, nel mio caso, i pistacchi, quelli grossi, con i cristalli di sale sopra). Cosa dicevo? Ah, si. Che sognare crea dipendenza. È come una palla di neve, che comincia piccola piccola e poi rotolando diventa sempre più grande. Questo sito è nato nel freddo e buio novembre dell’anno scorso. E bisogna essere bravi a sognare se a novembre col freddo, il maglione, il buio e l’influenza si riescono a chiudere gli occhi e ad immaginare estate, caldo, mare e vela, sopratutto vela. Tanta, tantissima vela. E ora sono qui, a cinquecento miglia da casa, qui con cuoreblu, a realizzare questo sogno e costruire ricordi. Ben più di cinquecento miglia abbiamo navigato per arrivare fin qui, ed altrettante ed ancor di più ne navigheremo per tornarcene a casa. 

Sognare crea dipendenza. Navigare crea dipendenza. Questo è il mio sogno, questo anzi è il mio cassetto pieno di sogni, che per ognuno che ne esce, dieci altri, lentamente, in silenzio, cominciano a prendere forma. Altre rotte da disegnare sulle carte, altre notti da passare svegli a seguire una rotta. Acqua da far passare sotto alla chiglia, sabbia da calpestare. 

Da un mese dormo galleggiando, mi addormento con le stelle che mi augurano la buonanotte e mi sveglio con il sole che mi tira le coperte. E le nuvole a tenermi compagnia, a dare forma ai miei pensieri. Sono sicuro che esistano al mondo altri mille e mille modi per essere felici. Ma il mio modo è questo. 


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s